27 Novembre 2020
notizie
percorso: Home > notizie

Ed ecco colui che tiene unito il gruppo.....Marco Angiolini

28-04-2011 19:52 -
CIAO MARCO, PRESENTATI VELOCEMENTE, CHI SEI, COSA FAI NELLA VITA ? HAI QUALCHE HOBBY?
Ciao a tutti sono Marco ed ho circa 36 all´anagrafe :-) e lavoro in una azienda che realizza siti web a Ponticelli di Santa Maria a Monte. Hobby ? Oltre ai palloni che girano e rimbalzano con un branco di scalmanate che ci corrono dietro pensando che sia uno sport ? Beh, suono ormai da circa 28 anni, anche se momentaneamente sono in pausa riflessiva.

COSA TI HA SPINTO A DIVENTARE ALLENATORE E DA QUANTI ANNI ALLENI?
A dire il vero sono diventato un allenatore quasi per forza, ovvero in seguito ad un infortunio abbastanza serio che ho avuto a 16/17 anni. Giocavo a Santa Croce, ed ero molto abituato a stare in palestra. Per aiutarmi a superare il momento difficile mi fecero fare l´allenatore (come secondo) una squadra Under 16. Tra me e me dissi "non credo che faro´ questa cosa per piu´ di un anno"... infatti!!!

PRIMA DI ARRIVARE ALLA GS BELLARIA CAPPUCCINI QUALI SQUADRE HAI ALLENATO?
Beh, adesso sono 18 anni che alleno ed ho allenato Lupi Santa Croce, Pallavolo Santa Croce (o Staffoli che sia, ma erano il solito gruppo), Folgore San Miniato, Rep Packaging Empoli, Pallavolo Fucecchio Femminile, Pallavolo Fucecchio Maschile e adesso alleno alla Bellaria. Ho allenato sia nel maschile che nel femminile.

NEI VARI FONDAMENTALI COSA TI PIACE DI PIÙ ALLENARE E COSA DI MENO?
Adoro gli allenamenti di Fase punto attacco/muro/difesa, perchè sono reattivi, pieni di vitalità e scatti, mentre solitamente mi annoiano un po´ di piu´ gli allenamenti di fase cambiopalla, battuta / ricezione, perchè sono piu´ lenti. A livello di fondamentali sicuramente l´attacco è quello che mi piace di piu´ allenare. Ma se ho imparato una sola cosa in questi anni è che, se vuoi arrivare ad avere un minimo risultato in una stagione, devi a volte andare contro te stesso: non è necessario allenare quello che ti piace, ma serve allenare quello che serve!

QUAL È STATA LA TUA PIÙ GRANDE GIOIA DA ALLENATORE? E UN RIMPIANTO?
La piu´ grande gioia ... beh, al tempo mi dette un sacco di soddisfazione quando ad Empoli al primo anno con un Under 16 riuscimmo a salvarci in prima divisione. Probabilmente al momento la gioia piu´ grande è stata quella della vittoria del campionato di Prima Divisione l´anno passato con la Pallavolo Staffoli. Spero di mettere sulla stessa mensola un´altra soddisfazione a breve, ... ma al momento non ne parliamo. Un rimpianto ? Non aver fatto il salto nelle categorie superiori quando mi e´ capitato, me lo chiesero ma... purtroppo rifiutai piu´ di una volta. So per certo che non è scontato che i treni passino piu´ di una volta, ma quando non puoi fare altre scelte forse i rimpianti non sono poi così pesanti.

QUAL È, SECONDO TE, L´ASPETTO PIÙ DIFFICILE DEL RUOLO DI ALLENATORE?
Ragionare e decidere. Sicuramente mettere da parte i sentimenti, le emozioni e le sensazioni e ragionare con la maggior calma che puoi. Durante un set, durante una partita, durante gli allenamenti, durante la programmazione degli allenamenti, oppure solo quando parli con una atleta.
Se ragioni puoi analizzare e decidere, se decidi puoi sbagliare o no. Puoi avere una percentuale del 50% di errore ed una del 50% di fare bene.
Ma se non decidi, se aspetti e se soprattutto non ragioni... beh è 100% probabilità di fare male. Quindi è un discorso di convenienza :-). Per me non è stato facile forzare il mio carattere, sono molto attento alle passioni e alle emozioni, cerco di frenarle per essere un pochino piu´ produttivo.

CHE QUALITÀ PENSI DEBBA AVERE UNA GIOCATRICE PER ESSERE APPREZZATA DA UN ALLENATORE?
Una sola, mettersi in discussione sempre ed avere voglia di lavorare continuamente. Provare a fare e poi valutare e discuterne. Ci sono atlete che lo fanno e altre che prima mettono in discussione una scelta e solo in seguito provano (tra l´altro poco convinte e quindi non funzionerà mai!). Fortunatamente quest´anno abbiamo avuto pochissimi di questi problemi.

QUALI SONO LE TUE IMPRESSIONI SULLE ATLETE?
Quelle della Bellaria di quest´anno ? Beh secondo me tante hanno cambiato molto del loro modo di giocare. Alcune hanno fatto piccoli cambiamenti tecnici (giudicheranno dopo se miglioramenti o peggioramenti) la squadra ha fatto degli enormi cambiamenti tattici e pratici, e sicuramente molte atlete hanno fatto diversi cambiamenti di atteggiamento / comportamento. Ad un gruppo che fa questo, cosa chiedere di piu´ ?

COSA C´E´ STATO DI NUOVO, COME ESPERIENZA DI VITA PIU´ CHE PALLAVOLISTICA, QUEST´ANNO?
Ho imparato a contare fino a 11 e non solo fino a 10 :-) ! Una bella crescita!
E sapeste quante volte l´ho fatto quest´anno :-)!

SE TU POTESSI TORNARE INDIETRO COSA FARESTIO DIVERSAMENTE?
A voler vedere le finezze sicuramente approccerei diversamente l´unica partita persa. Ma in sostanza non cambierei proprio niente.

SEI SODDISFATTO DI QUEST´ANNO ? LO RIFARESTI ?
Sicurissimamente sì. Dal primo giorno fino ad ieri. Non sono sempre stati giorni facili, ci sono stati anche momenti difficili e in cui sembrava tutto un po´ piu´ grigio. Ma nel complesso darei un ottimo voto a questa annata, comunque vada a finre. Una piacevolissima sorpresa, alla Bellaria non pensavo di trovarmi così bene.

E ADESSO ? PER IL PROSSIMO ANNO COSA TI ASPETTI ? COME TE LO IMMAGINI ?
Posso rispondere a questa domanda dopo che il campionato è finito :-) ? Sì ? Bene dai, grazie.

Realizzazione siti web www.sitoper.it